arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Budo e coordinazione (lezione 2.1 – teoria)

budo_academy

Parliamo ora di coordinazione, che presuppone la conoscenza di un movimento in riferimento alla capacità di compierlo, assumendo specifici atteggiamenti o posture.

Per studiare la coordinazione bisogna conoscere le basi della motricità, che comporta la variazione di posture in un determinato arco di tempo al fine di compiere un’azione. La struttura di un movimento è quindi formata da più elementi base, detti schemi posturali e schemi motori.

Gli schemi posturali interessano prettamente il busto e gli arti inferiori, in certi casi anche quelli superiori, e sono:

  • erigere
  • flettere
  • inclinare
  • circondurre
  • piegare
  • elevare
  • abbassare
  • addurre
  • rotare.

Gli schemi motori chiamati “di base”, poiché permettono tutte le più azioni complesse, sono invece:

  • camminare
  • correre
  • saltare
  • lanciare
  • afferrare
  • rotolare
  • strisciare
  • arrampicare.

Nella prima parte relativa alla coordinazione ci occuperemo di questi ultimi, per capire a cosa servono nel Budo e in qualsiasi attività sportiva (ma non solo), mediante esempi teorico-pratici.

Motricità di base

La motricità è importantissima per un armonico e completo sviluppo della propria personalità. Da piccoli, almeno quando lo ero io, ci si arrampicava sugli alberi, su muri e ringhiere, si saltava in continuazione, si correva dietro a un pallone per ore, ci si rotolava nella sabbia o nell’erba, si lanciavano e afferravano oggetti di qualsiasi genere.

Oggi mancano parecchio queste sollecitazioni, manca il gioco creativo in mezzo alla natura e con scarsi mezzi a disposizione se non quelli creati dalla propria fantasia. Vengono costruiti in continuazione parchi giochi all’aperto, spazi appositi per bambini in pizzerie e ristoranti, baby parking e chi più ne ha più ne metta, per consentire al bambino di passare il tempo… o forse per compensare alla mancanza dei genitori di renderlo consapevole e stimolarne la fantasia. Lo sai di che cosa? Della propria innata motricità.

Per imparare a camminare basta un pavimento o un piccolo giardino (con le mie bimbe ho usato i tatami), per andare in bicicletta si va in strada, allora perché per imparare ad arrampicarsi o saltare bisogna recarsi in quei parchi giochi iper-accessoriati o pagare cinque euro al luna park per pochi minuti sul tappeto elastico?

Sembra paradossale ma non lo è affatto: per me è solo molto triste.

Pure io porto spesso le mie bimbe al parco giochi, anche se riesco a stimolarle sufficientemente grazie ai piccoli spazi verdi di casa mia o nei parchi vicini, idem quando c’è maltempo sfrutto il dojo realizzato al piano interrato della villetta in cui abitiamo. Passiamo molto tempo insieme inventandoci posizioni o prendendo spunto dalle asana dello Yoga, così come simulare combattimenti e lotte a terra, percorsi e cadute, esercizi di stretching o di attivazione motoria, perlopiù a corpo libero.

The following two tabs change content below.
avatar
Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente. Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Budo academy (ON-LINE) Tags: , , , ,
Ritorna alla pagina precedente