arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Cuore Guerriero: straordinario viaggio nelle arti marziali

Poco più di un mese fa ho scoperto un libro, o meglio un autore di romanzi incentrati sulle arti marziali, che mi ha letteralmente entusiasmato!! Sam Sheridan, giornalista e cultore del combattimento, ha condensato in un’opera – tale “Cuore Guerriero” – qualcosa che va al di là di un classico manuale per addetti ai lavori.

Esperienze realmente vissute nella culla delle arti marziali antiche e moderne, dalla Thailandia al Brasile, dagli Stati Uniti al Giappone, accompagnano il lettore in un viaggio unico nel suo genere. Il fascino del Musha Shugyo, concetto legato al Samurai guerriero simile al cavaliere errante dell’Europa feudale, traspare dalle pagine di questo libro che mi ha coinvolto a ogni capitolo, ogni aneddoto, ogni incontro con celebrità o dilettanti del mondo marziale.

Sam Sheridan ha affinato le sue abilità senza seguire una scuola precisa, senza perdersi nella guida insindacabile di un unico Maestro, per dare spazio alle infinite possibilità che il combattimento può riservare a ognuno di noi. La bellezza della ricerca, una ricerca legata all’automiglioramento spirituale che passa prima di tutto dal condizionamento fisico e mentale, dal sudore della fronte così come da ogni pensiero che irrompe quando si battaglia – in gara o per semplice sparring – con un altro essere umano.

Conoscere i propri limiti, impegnarsi per accettarli cercando comunque di superarli, vincere le proprie paure, trovare la propria “veste marziale”, avere sempre la mente aperta: tanti sono i punti in comune che ho trovato nelle parole dell’autore e forse anche per questo mi ha catturato come nessun altro libro letto sinora. E, credimi, ne ho letti davvero tanti in questi 25 anni!

Non intendo annoiarti con la solita recensione che puoi benissimo trovare nel web da fonti più autorevoli, ciò che mi preme condividere in questo post è l’energia che mi ha spinto ad assorbire quasi 500 pagine in meno di 1 mese, nei ritagli di tempo in tarda serata e magari con le palpebre già socchiuse…

Sono fermamente convinto che “CUORE GUERRIERO” non vada semplicemente letto o peggio ancora sfogliato, sbirciando i capitoli che più ci interessano. Nel mio caso ho letteralmente divorato la parte sul Brazilian Jiu-Jiutsu, la strada che ho iniziato a seguire pochi mesi or sono e che mi sta entusiasmando sempre più, però ho apprezzato molto il lato umano e la preparazione fisica della boxe, così come la breve parentesi introspettiva sul Tai Chi praticato dall’autore durante i mesi di infortunio. Per non parlare della misticità della Muay Thai… in certe passaggi mi sembrava di essere nel Camp insieme all’autore ad allenarmi!!

Ogni parte del libro ha un altissimo valore anche dal punto di vista tecnico, poiché supportato dalle testimonianze dirette sul campo, ring o gabbia che sia, di atleti di caratura mondiale: dall’oro olimpico 2004 dei mediomassimi di boxe Andre Ward al brasiliano Antônio Rodrigo Nogueira, detto Minotauro, una leggenda del BJJ e delle MMA poiché è stato il primo campione dei pesi massimi nella prestigiosa competizione giapponese chiamata “Pride”. E poi ancora: il noto allenatore di MMA Pat Miletich, l’attore prematuramente scomparso Paul Walker (grande appassionato di surf e arti marziali, conosciuto dall’autore del libro sul set di “Bobby Z”) e molti altri… tutti da scoprire!

Non ho altro da aggiungere, “CUORE GUERRIERO” mi è rimasto proprio nel cuore… e ovviamente lo consiglio a chiunque, non solo agli artisti marziali. I curiosi e tutti coloro che non praticano discipline di combattimento ma rimangano affascinanti guardando un film del genere, in questo libro troveranno la spinta per iniziare il loro “do”. Non è mai troppo tardi, ne sono certo.

 

Puoi condividere questo articolo sui social!

The following two tabs change content below.
avatar
Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente. Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Samurai Tags: , , , ,
Ritorna alla pagina precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *