arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Digital Budo: mini-guida all’atteggiamento digitale (parte 1)

budo-digital

Se sei tra quelle persone che hanno un proprio codice comportamentale, che hanno un corretto e coerente atteggiamento sia nella realtà quotidiana sia in quella digitale (che spesso non coincidono) sicuramente avrai intuito cosa voglio scrivere in questo post.

Amo la lingua italiana e l’uso improprio mi rattrista, sono nato precisino e con l’indole del primo della classe (ma non lo sono mai stato), però da quando ho iniziato a scrivere nel web, più di 15 anni fa col mio primo sito (www.karateleno.com non più attivo) sto apprezzando molto scrivere tenendo sempre un adeguato comportamento.

Bushido: via del guerriero

Bushidō, tradotto con “via del guerriero” (do = via/percorso e bushi = guerriero), è un codice di condotta e un modello di vita per alcuni versi simile al concetto europeo di cavalleria che regolava la vita dei samurai, la casta guerriera in Giappone. Tutt’altro che un mero codice militare, a differenza di moltissimi codici similari nel resto del mondo raccoglie norme di disciplina non solamente militari, ma anche e soprattutto morali.

Si fonda su sette concetti fondamentali che il samurai deve seguire scrupolosamente, di cui ho parlato approfonditamente in passato su questo blog e in una mini-guida gratuita: Onestà e Giustizia, Eroico Coraggio, Compassione, Gentile Cortesia, Completa Sincerità, Onore, Dovere e Lealtà.

Starai forse pensando:

OK Stefano ma cosa c’entra il codice del Bushido con la vita moderna?

Bushidō innanzitutto raccoglie una morale non basata su un giudizio divino, non basata su forze ultraterrene, né su antiche tradizioni legate a una classe militare ormai scomparsa… questo codice è attualissimo e universale poiché si basa sul controllo delle proprie pulsioni al fine di ottenere un uomo migliore, retto e giusto ma, soprattutto, un uomo in grado di atteggiarsi al meglio, sempre.

Che si tratti di scrivere una mail, un articolo, un commento su Facebook, chi conosce il bushido e vuole applicarlo può farlo benissimo!

L’azione fondamentale è focalizzarsi sul miglior modo di diffondere un messaggio, senza offendere nessuno e senza mai lasciare parole a caso (soprattutto in un italiano a caso), selezionando attentamente e riflettendo sui vocaboli da usare, conoscendone preventivamente il significato.

Non sono mai stato attaccato sui social network, qualche volte sui forum dove inizialmente ero inesperto, spesso su yahoo answer ma ne sono sempre uscito vincitore, il più delle volte senza combattere (c’era chi combatteva per me)! Sfruttando varie esperienze ho poi trasferito facilmente il mio atteggiamento su i miei primi due blog e sul noto portale www.piuchepuoi.it (nel quale in meno di un anno balzai al terzo posto nella classifica autori più letti, nonostante i numerosi nomi e volti noti del web). A seguito di tre ebook pubblicati a occhi chiusi dalla casa leader del settore (Bruno Editore) decisi di riversare qui, su BudoBlog, le mie energie e un atteggiamento consolidato, forte, sereno, coerente.

Non sono io a scriverlo – sono il primo a sostenere il detto “chi si loda si imbroda” – ma le numerose mail che ricevo mensilmente a seguito delle newsletter, alimentano la mia gioia di rimanere fedele al mio codice comportamentale, al mio Digital Budo. Budo & Bushido vanno per me a braccetto e, di seguito, inizio a sintetizzare come mi comporto augurandomi ti possa essere utile un giorno (magari già ne fai uso).

Gi: Onestà e Giustizia

“Sii scrupolosamente onesto nei rapporti con gli altri, credi nella giustizia che proviene non dalle altre persone ma da te stesso. Il vero Samurai non ha incertezze sulla questione dell’onestà e della giustizia. Vi è solo ciò che è giusto e ciò che è sbagliato”.

Niente menzogne, niente mezze verità, niente zone grigie che non posso gestire: essere sempre onesti verso chi mi sta potrà leggere, mai mentire.

Yu: l’Eroico Coraggio

“Elevati al di sopra delle masse che hanno paura di agire, nascondersi come una tartaruga nel guscio non è vivere. Un Samurai deve possedere un eroico coraggio, ciò è assolutamente rischioso e pericoloso, ciò significa vivere in modo completo, pieno, meraviglioso. L’eroico coraggio non è cieco ma intelligente e forte”.

Alle volte è necessario prendere una posizione decisa. Una posizione “diplomatica”, come spesso siamo abituati a tenere per quieto vivere all’interno della sfera lavorativa o in quella familiare è quasi sempre incompatibile col nostro ruolo nel mondo Digitale. I lettori on ci conoscono bene e non ci frequentano come come familiari o colleghi e non possono quindi comprendere se prendiamo posizioni intermedie….

Jin: Compassione

“L’intenso addestramento rende il samurai svelto e forte. È diverso dagli altri, egli acquisisce un potere che deve essere utilizzato per il bene comune. Possiede compassione, coglie ogni opportunità di essere d’aiuto ai propri simili e se l’opportunità non si presenta egli fa di tutto per trovarne una. La compassione di un samurai va dimostrata soprattutto nei riguardi delle donne e dei fanciulli”.

Avere la possibilità di contattare un vasto numero di persone è sicuramente un vantaggio, ma anche un fardello: perché le stesse persone che mi seguono e che mi spronano e incitano si aspettano da me contenuti e spunti di riflessione. E questi spunti possono essere sicuramente le mie visioni sul mondo, sulle religioni, sulla politica o anche solamente sulle arti marziali, ma spesso non basta. Io amo pubblicare per il bene degli altri (spero di tutti), non per il mio bene.

[TO BE CONTINUED… la 2ª parte verrà pubblicata il 25 Gennaio]

The following two tabs change content below.
avatar
Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente. Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho iniziato a praticare Tai Chi, Iaido (ora cintura nera) e meditazione (Zen è la mia preferita), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa (geometra è il mio impiego principale) e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bimbe). Ho scritto il libro "105 modi per conoscere l'Oriente" e una trilogia di ebook sul benessere con la Bruno editore.
Ti è piaciuto l'articolo? Fallo leggere ai tuoi amici.. grazie
Categorie: Training Tags: , , , ,
Ritorna alla pagina precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *