arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Non solo Budo: Calisthenics

Il Calisthenics (dal greco Kalos – bello e Sthenos – forte) è un metodo di allenamento fisico in grado di costruire un fisico muscoloso, agile e funzionale esclusivamente attraverso l’allenamento a corpo libero. Una delle sue particolarità è quella di essere un’attività duale, sia aerobica sia anaerobica, in grado di bruciare molte calorie ed in particolare grassi.

Il metodo è legato alla ginnastica artistica, con cui condivide alcuni esercizi e soprattutto l’attenzione alla corretta esecuzione dei movimenti, fondamentale per allenarsi in maniera costante senza incorrere in infortuni fisici.

Quello che invece li differenzia è la diversa rigidità degli schemi e dell’ambiente di lavoro: la ginnastica artistica si può praticare esclusivamente in palestre attrezzate ed esclusivamente dopo anni di duro allenamento, il Calisthenics invece, si può praticare in palestra, a casa, all’aria aperta, un po’ ovunque tanto da essere stata definita uno Street WorkOut (allenamento da strada).

In ogni caso, i movimenti del Calisthenics sono più semplici e ripetibili rispetto a quelli della ginnastica artistica e per questo l’attività risulta fruibile da un maggior numero di persone, di qualsiasi età. Per iniziare a praticare il Calisthenics è sufficiente una sbarra a cui appendersi e due sostegni da usare come parallele: con questa esigua attrezzatura è possibile svolgere quasi tutti gli esercizi a corpo libero. È poi fondamentale possedere una buona mobilità articolare: se i muscoli e le articolazioni sono troppo legate e il range di movimento è troppo limitato, è bene dedicare parte del lavoro di preparazione iniziale a questo obiettivo, attraverso lo stretching ed esercizi di mobilità articolare.

Calisthenics nel corso degli ultimi anni si è diviso in due sottodiscipline, in base ai diversi obiettivi:

  • Calisthenics Fitness
  • Calisthenics Sport

Chi decide di praticare il Calisthenics Fitness ha come obiettivi quelli di tonificarsi, mettere massa magra, perdere grasso, migliorare la postura, la mobilità e la flessibilità articolare, progredire nel proprio sport prevalente. Variando le routine, le ripetizioni, i recuperi e gli esercizi, sarà possibile diversificare l’obiettivo da raggiungere: costruzione della massa muscolare, forza pura, tonificazione, definizione, miglioramento delle prestazioni funzionali. Il tutto, attraverso sedute da praticarsi 2 volte a settimana per un ora a seduta.

Il Calisthenics Sport è più impegnativo sul fronte dell’allenamento: almeno 5 o 6 sedute per un minimo di 120 minuti ciascuna durante le quali oltre a migliorare le posizioni già acquisite se ne provano sempre di nuove e sempre più difficili.

[continua l’articolo qui –> http://www.benessere.com/fitness_e_sport/pianeta_fitness/calisthenics.htm ]

Personalmente ho trovato difficile un test iniziale di Calisthenics Fitness, proposto dal famoso coach Umberto Miletto nel suo utilissimo ebook gratuito.

Pur avendo una discreta forma fisica (pratico Aikido 4 volte a settimana, mediamente 6-7 ore, oltre a una vita tutt’altra che sedentaria) non ho un grado di preparazione atletica tale da considerarmi di livello intermedio o addirittura avanzato. Per cui sono partito dalle basi – nello scorso mese di Maggio – e con una semplice sbarra appesa nel mio dojo, una corda e il mio corpo, ho iniziato un programma d’allenamento da principiante.

Onestamente devo dirti che occorre un’alta determinazione e capacità di rispettare i tempi dettati dal programma indicato nell’ebook, e prestare molta attenzione durante tutta l’esecuzione, poiché allenarsi da soli non è facile (in tutti i sensi) come avere un coach al tuo fianco… però è da provare, te lo consiglio!

Farai tu le considerazioni del caso in base al tempo e forza di volontà a tua disposizione.

Buon Calisthenics!
The following two tabs change content below.
avatar
Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente. Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho iniziato a praticare Tai Chi, Iaido (ora cintura nera) e meditazione (Zen è la mia preferita), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa (geometra è il mio impiego principale) e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bimbe). Ho scritto il libro "105 modi per conoscere l'Oriente" e una trilogia di ebook sul benessere con la Bruno editore.
Ti è piaciuto l'articolo? Fallo leggere ai tuoi amici.. grazie
Categorie: Training Tags: , ,
Ritorna alla pagina precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *