arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Samurai: non solo arti marziali…

samurai

I noti Samurai, guerrieri del Giappone medievale, col tempo lasciarono spazio alle arti non solo marziali: dal cha no yu (cerimonia del tè) all’haiku (poesia), dalla meditazione zen allo shodo (calligrafia).

La bellezza di queste discipline, atte a forgiare lo spirito oltreché acculturare il rozzo Bushi, è riscontrabile in diversi personaggi che fecero veramente la storia del Paese del Sol Levante.

Personalmente sono affascinato dal percorso di Matsuo Basho, vissuto alla fine del 1600, che depose il katana per mettersi in viaggio, seguendo una tradizione millenaria che attribuiva al viaggio un significato molto profondo, alla ricerca della Conoscenza tramite esperienze fuori dal comune.

Il diario di viaggio, con la descrizione dei luoghi nonché degli eventuali incontri, spesso veniva arricchito con brevi poesie che cristallizzavano l’emozione dell’attimo, secondo il noto principio zen “qui e ora”. Basho diede il suo grande contributo, infatti col tempo passò dall’essere Samurai all’essere uno dei poeti più amati e apprezzati dell’intera letteratura nipponica.

Osservando la natura nella sua massima semplicità si ritrova lo splendore della vita, passando dalle barbarie dei campi di battaglia alle meraviglie di luoghi sereni si trova pace e armonia. Ecco un esempio calzante di ciò che intendo dirti:

Ah, che meraviglia

Sulle verdi, tenere foglie

La luce del Sole!

(Basho)

Il poeta rimarca in questo Haiku lo stupore che lo ha avvolto nell’osservare semplicemente dei giochi di luce tra le foglie, quando si recò durante il suo 30° giorno di viaggio all’interno di una foresta sul monte Nikko, in cui si ergeva un tempio.

Questo passaggio è solo un esempio su cui riflettere al giorno d’oggi, sempre presi dalla frenesia delle giornate lavorative, dei mille impegni familiari, sportivi o marziali, che spesso ci impediscono di gustare gli attimi che la vita ci regala, grazie alla Natura in particolare.

Pensiamo ai Samurai e subito li colleghiamo al combattimento, alla marzialità, al suicidio rituale, al katana, ma chi si addentra nel percorso che alcuni di loro intrapresero, può persino cogliere quanto di bello il mondo ha da offrirci, ieri come oggi…

The following two tabs change content below.
avatar
Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente. Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho iniziato a praticare Tai Chi, Iaido (ora cintura nera) e meditazione (Zen è la mia preferita), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa (geometra è il mio impiego principale) e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bimbe). Ho scritto il libro "105 modi per conoscere l'Oriente" e una trilogia di ebook sul benessere con la Bruno editore.
avatar

Ultimi post di Stefano Bresciani (vedi tutti)

Ti è piaciuto l'articolo? Fallo leggere ai tuoi amici.. grazie
Categorie: Samurai Tags: , , , ,
Ritorna alla pagina precedente

Commenti: Samurai: non solo arti marziali…

    avatarAlessandro
    Commented:  23 febbraio 2017 at 09:41

    Siamo ogni giorno affannati in una corsa continua e perdiamo davvero di vista il principio del qui ora e adesso …
    Dal canto mio alle volte rimango affascinato dall’attimo ..come un raggio di sole che esce improvviso dal cielo nebbioso e denso oppure come una coloratissima farfalla che mi e apparsa davanti dal nulla come l’altra mattina..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *