arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Aikido Tendoryu: trova la forza del bambù (quinta parte)

I Maestri di Aikido o di qualsiasi altra disciplina insegnano che, per imparare, il primo passo da fare è quello di svuotarci dai nostri preconcetti.

Avrai di certo sentito la frase “svuota la tazza, prima di riempirla!” Nei film di Bruce Lee o in un testo zen non fa differenza, questo concetto è cristallino, semplice da dire ma assai difficile da mettere in pratica, nel dojo come nella vita.

Non si può riempire una tazza se è già piena… solo che gli uomini lo sono, quasi sempre. Il bambù ci può aiutare, prendendolo come esempio: basta osservare le sue cavità interne, che ci ricordano che siamo troppo pieni di noi stessi e delle nostre convinzioni/punti di vista/esperienze, che spesso non abbiamo spazio per aggiungere altro.

Allo scopo di ricevere la conoscenza e la saggezza sia dalla natura che dalle persone, dobbiamo essere aperti a ciò che è nuovo, diverso, sconosciuto. Quando si prova a svuotare la mente dai pregiudizi, dal proprio ego, dall’orgoglio e dalla paura, si diventa aperti a qualsiasi possibilità.

Osservando con maggior attenzione l’interno di un bambù, sezionandolo ad esempio a scopi alimentari (nella cucina cinese e vietnamita viene spesso utilizzato in accompagnamento a riso con funghi), possiamo scoprire delle lievi aperture centrali, a testimoniare la possibilità di dare spazio a qualcos’altro. Che bello sarebbe, dare sempre posto agli altri per un’idea, punto di vista, consiglio, emozione… incontrare subito senza pregiudizi affrettati l’altrui sapere.

Quante volte mi sono perso la magia della conoscenza… così a un certo punto ho provato a svuotare concretamente la mia tazza (oddio non completamente, sul fondo rimane sempre qualcosa!) e voilà: assorbo tutto ciò che posso assorbire, lo pondero con la mia testa (dato che l’oro colato non lo regala nessuno) e poi lo adatto alla mia esistenza.

Lasciando sempre spazio a qualcuno o a qualcosa di nuovo, diverso da ciò che mi era noto, ho aperto infinite possibilità di crescita e l’Aikido Tendoryu mi ha veramente aiutato in questa strada, ancora in salita e ancora molto lunga… ma nel frattempo mi sto godendo il meraviglioso viaggio!

Il mio “do” è ogni giorno più ricco… e il tuo?

The following two tabs change content below.
avatar

Stefano

Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente (poi chiusa nel 2018). Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Aikido, Meditare Tags: , , ,
Ritorna alla pagina precedente