arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Aikido Tendoryu: trova la forza del bambù (sesta parte)

I bambù sono tra le piante con più rapida crescita al mondo. Non importa chi si è o dove si è in questo momento: il potenziale di crescita è incredibile. Per un continuo miglioramento, i grandi salti non sono necessari, è più importante che la crescita sia costante e incrementale.

Con un continuo impegno nella formazione e nel miglioramento, la crescita personale sarà continua, anche se, come la crescita del bambù, non sarà così evidente, tranne che se ci si volta indietro e ci si ricorda del punto da cui si è partiti. Anche se il bambù cresce molto rapidamente, non si riesce a notare la sua crescita di giorno in giorno.

Anche noi, quando stiamo facendo progressi, non possiamo notare il nostro vero miglioramento.

Qualunque sia la velocità o la lentezza, questo non deve essere la nostra principale preoccupazione, dobbiamo solo pensare che ci stiamo muovendo in avanti. Il bambù cresce con più velocità nella stagione delle piogge, pertanto anche noi potremmo avere “stagioni” in cui la crescita accelera, ed è più lenta in altri momenti. Eppure, grazie ad un continuo impegno, si sarà sempre in crescita. Non ci si deve lasciar scoraggiare da quello che percepiamo come mancanza di crescita o di miglioramento.

Mi è sempre capitato in questi 40 anni di vita di avere tratti di tempo, periodi più o meno lunghi che si susseguono tra loro, in cui percepisco la crescita. Anche se mi è sembrato quasi sempre di essere fermo.

So bene che non esistono strade uguali poiché ognuno ha la propria, io ho scelto la strada del Budo e nella pratica marziale quella dello Iaido e dell’ Aikido Tendoryu in particolare, però l’essenza di questo insegnamento non cambia.

Ciò che ci rende simili e speciali sono quei magici momenti di illuminazione, in cui riusciamo a trovare consapevolezza, quella che ci permette di capire se la strada è quella giusta per noi e la stiamo percorrendo…

Non credo esista un modo per capire se si è appreso qualcosa durante la quotidianità, credo però che si possa  sentire, percepire col sesto senso. A volte ti sembra di brancolare nel buio, altre volte di aver raggiunto finalmente quello che cercavi, salvo poi capire che era solo un piccolissimo traguardo e la strada è ancora molto lunga. Altre volte improvvisamente ti senti in perfetta armonia con te stesso e ciò che ti circonda e non sai nemmeno cosa e come hai fatto per essere arrivato fin lì.

Mi è capitato spesso durante la pratica sul tatami di non capire nulla dell’Aikido Tendoryu, difficile non tanto tecnicamente quanto nel renderlo efficace mediante principi. Mi sentivo perso, incapace, credevo di peggiorare invece che migliorare… invece mi sbagliavo!

A un certo punto ho compreso che l’unico modo per crescere essendone soddisfatti è capire che c’è sempre da crescere, scoprire, imparare. Credimi, anche quando ti sembra di essere fermo, non lo sei, quando ti sembra ti fare passi indietro, non li fai, poiché l’essere umano non è mai statico e di certo non è un gambero: in ogni momento apprendi qualcosa che probabilmente non sei in grado di realizzare subito, però si ripresenterà al momento opportuno… e allora capirai.

Ti sembrerà una rivelazione… anche se in realtà l’ avevi già dentro da un bel pezzo! Buona pratica

The following two tabs change content below.
avatar

Stefano

Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente (poi chiusa nel 2018). Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Aikido, Meditare Tags: , ,
Ritorna alla pagina precedente