arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Budo academy (ON-LINE)

La prima Accademia online dedicata al Budo! Rivolta ai principianti delle arti marziali giapponesi e non solo…

Un percorso lungo ma semplice e affascinante, suddiviso in lezioni gratuite teorico-pratiche racchiuse in 3 materie di studio approfondite da Stefano Bresciani e validi collaboratori, insegnanti di arti marziali ed esperti di cultura giapponese.

In questa categoria di post troverei gradualmente:

– Budo e lavoro fisico

– Budo e aspetti mentali

– Budo e spiritualità

Budo e coordinazione (lezione 2.2 – teoria)

budo_academy

Una buona coordinazione degli arti superiori prevede un minimo di preparazione teorica su cui non mi soffermerò più di tanto. Potrai benissimo reperire altre informazioni nel web o su qualsiasi testo scolastico di educazione fisica o di anatomia qualora tu voglia approfondire l’argomento.

Non è mio intento né di mia competenza spiegarti l’ABC della fisiologia e bio-meccanica, comunque credo che una premessa sia doverosa.

Gli arti superiori, composti da spalle, braccia e mani, sono costituiti da una serie di muscoli che vengono utilizzati per afferrare, lanciare, colpire, mangiare, indicare, ecc.

In molte di queste azioni alcuni muscoli lavorano in coppia (detti antagonisti), nel senso che mentre un muscolo si rilassa l’altro si contrae.

Continua la lettura

Budo e coordinazione (lezione 2.1 – pratica)

budo_academy

Per sviluppare una buona motricità occorre un po’ di fantasia (anche da parte dei genitori), variando in continuazione gli stimoli e quindi la motivazione che induce il bambino all’adattamento.

Crescendo e quindi passando dalla fase adolescenziale a quella adulta, non avrà bisogno di partire da zero!

Gli schemi motori, se allenati con il giusto grado d’intelligenza, costanza e determinazione, permettono così di evolversi fisicamente dando maggiore spazio alle capacità coordinative, ossia:

 

Continua la lettura

Budo e coordinazione (lezione 2.1 – teoria)

budo_academy

Parliamo ora di coordinazione, che presuppone la conoscenza di un movimento in riferimento alla capacità di compierlo, assumendo specifici atteggiamenti o posture.

Per studiare la coordinazione bisogna conoscere le basi della motricità, che comporta la variazione di posture in un determinato arco di tempo al fine di compiere un’azione. La struttura di un movimento è quindi formata da più elementi base, detti schemi posturali e schemi motori.

Gli schemi posturali interessano prettamente il busto e gli arti inferiori, in certi casi anche quelli superiori, e sono:

Continua la lettura

Budo e consapevolezza (test 1)

budo_academy

Come stanno procedendo le lezioni proposte nella prima materia della “Budo Academy”?

Un passo per volta, per un totale di 4 passaggi teorico-pratici, nelle ultime 8 settimane abbiamo rivisto e provato (perché hai provato gli esercizi, vero?) le basi della consapevolezza fisica.

Oggi ti propongo una sorta di test per ripassare i concetti chiave, al quale mi auguro tu voglia partecipare attivamente. Si tratta di una novità che sul libro o sull’ebook “Budo Training – vol.1: CORPO” non potrai di certo trovare…

Continua la lettura

Budo e consapevolezza (lezione 1.4 – pratica)

budo_academy

Nell’esercizio seguente il tuo focus sarà la ricerca dell’equilibrio in questi tre aspetti, in modo da trovare la piena consapevolezza visiva, uditiva e cinestesica.

Nella pratica delle arti marziali purtroppo ho tralasciato a lungo la potenzialità di “adottare” queste tre tipologie di lavoro, dedicandomi prettamente all’aspetto preponderante: quello visivo.

Devi sapere che fino a pochi anni fa la mia concentrazione, per apprendere o per insegnare, era basata sull’osservazione visiva, sulle immagini, sui fotogrammi del Maestro che mi spiegava o dell’allievo che eseguiva.

Per comprendere una nuova tecnica ero costretto a vederla più volte e ripeterla guardandomi a ogni passaggio.

Continua la lettura