arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Budo e coordinazione (lezione 2.2 – pratica)

budo_academy

Nonostante lo studio e la pratica di una vasta serie di esercizi propedeutici alle discipline marziali di stampo nipponico – dal Karate all’Aikido, dallo Iaido al Ken-jutsu, dal Bugei al Bushido Goshin-jutsu, quelli per me più utili a livello fisico rientrano nel Tai Chi Chuan cinese.

La riduttivamente detta “ginnastica dolce” è in realtà un’arte molto antica, risalente al XII secolo, e comprende forme preparatorie atte a: potenziare e stirare la muscolatura in generale, coordinare fra loro i 4 arti col busto/schiena, prevenire infortuni alle articolazioni e attivare l’energia vitale “ch’i” (= ki nel Budo).

L’esercizio che mi accingo a illustrarti è il primo del “Pa Tua Chin Ti I Lu”, tradotto con “8 pezzi di broccato” oppure con “8 pezze di stoffa preziosa”.

Gli 8 esercizi che lo compongono vengono ripetuti 8 volte ciascuno, in sequenza e senza interruzioni. Personalmente li ho prima studiati autonomamente sui libri col Chi Kung e poi perfezionati nei corsi di Tai Chi Chuan che ho seguito per tre anni sotto la guida di un Maestro con la M maiuscola.

Ogni lezione di Tai Chi Chuan era sempre preceduta da questa lunga e intensa serie, che “scaldava” il mio corpo in maniera impressionante! I più esperti dovevano inoltre conoscere il nome originale e il significato di ciò che ci apprestavamo ad eseguire.

Il primo esercizio, denominato “SHUANG SHOU TO TIEN” (letteralmente tradotto con “reggere il cielo con le due mani”) è particolarmente indicato per le articolazioni delle dita, dei polsi, dei gomiti, delle spalle e del collo.

Coordinando correttamente gli arti superiori col nostro respiro, possiamo sviluppare una prima quantità di energia vitale (ch’i o ki), utile per la pratica marziale di qualsiasi arte (non solo cinese) ma anche per qualsiasi altra attività quotidiana.

Si compone di 4 movimenti/atti respiratori, eseguiti solo con le braccia e la rotazione dei polsi restando sempre in posizione eretta. I piedi vanno tenuti distanti tra loro quanto l’ampiezza delle tue anche, mentre le gambe restano leggermente flesse.

Tenendo sempre le dita incrociate a mo’ di preghiera, prova ora questa sequenza, generalmente da ripetere 8 volte consecutive, anche se in base al tempo a tua disposizione, potrebbero bastarne 4.

Dovresti eseguirlo ogni mattina, preferibilmente a stomaco vuoto. Se adotterai quest’abitudine quotidiana avrai molta più energia nelle prime ore della giornata, oltre a giovarne per la tua salute.

Provalo per credere, per almeno 40 giorni!

No, non sono impazzito, 40 giorni consecutivi sono necessari per fare nascere un’abitudine, è scientificamente e personalmente testato (prova a leggere il mio ebook gratuito “Budo Training”).

Passiamo all’esercizio. Porta le braccia stese verso il basso e:

  1. mentre inspiri solleva le braccia davanti a te (nocche delle dita in avanti), mentre espiri avvicina le mani al petto e spingi i gomiti verso l’esterno
  2. stendi le braccia in avanti ruotando verso l’interno entrambi i polsi, in modo che le palme delle mani siano rivolte in avanti. Mentre espiri porta le braccia verso l’alto (senza fletterle) mantenendo all’esterno le palme delle mani (segui il movimento con occhi e testa, guardandoti le nocche)
  3. fai il percorso inverso, ossia mentre inspiri riporta le braccia stese in avanti (palme delle mani in avanti). Espirando porta le mani al petto
  4. mentre inspiri ruota i polsi verso l’esterno e stendi le braccia in avanti (nocche in avanti). Infine mentre espiri porta le braccia stese verso il basso ritornando alla posizione iniziale.
The following two tabs change content below.
avatar

Stefano

Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente (poi chiusa nel 2018). Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Budo academy (ON-LINE) Tags: , ,
Ritorna alla pagina precedente