arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Budo e coordinazione (lezione 2.4 – pratica)

budo_academy

ATTENZIONE: questo è il mio ultimissimo post come proprietario di BudoBlog. In questi giorni sta migrando verso un nuovo proprietario/coordinatore al quale auguro il mio miglior in bocca al lupo per un’ottima prosecuzione. Ciao e grazie a tutti i miei lettori dal 1 Aprile 2012 a oggi e… continuate a seguire BudoBlog!

Nell’esercizio che ora ti mostrerò, eseguibile da chiunque indipendentemente dalla condizione fisica, esperienza o disciplina praticata, cercheremo il giusto equilibrio coordinativo tra arti superiori, arti inferiori e uso corretto del busto. Nulla di trascendentale, anzi, credo sia il più semplice esercizio che io abbia proposto in un post, un ebook o un corso a distanza.

Prenditi almeno cinque minuti di tempo, meglio se a piedi scalzi e con abiti comodi ma non è un requisito indispensabile, spesso lo eseguo anch’io in jeans e maglietta, oppure immerso con le gambe in acqua.

Ciò su cui dovrai concentrarti, provando dapprima molto lentamente e poi gradualmente più veloce, è ovviamente la coordinazione. Il tuo sguardo, la tua testa, le braccia, le anche, le gambe e i piedi dovranno muoversi assieme, sotto l’impulso nervoso dettato dal tuo cervello. Come ben saprai, è in quell’area del tuo corpo che avviene la vera, grande magia: dare lo stimolo giusto nel tempo giusto, credendoci fortemente. È qualcosa di inspiegabile che qualcuno ci ha donato e dobbiamo farne tesoro, sfruttandolo per qualsiasi cosa.

Io credo che lo stimolo nervoso, scientificamente associato all’uso del corpo, sia strettamente legato anche alla forza di volontà, al controllo fisico e, non ultimo, al controllo dell’energia vitale (ki).

Ora non devi far altro che seguire questa sequenza di movimento che ripeto, dovrà essere fatta molto lentamente per poi aumentare la velocità. Ad esempio prova quattro ripetizioni lente, poi altre due leggermente più veloci e altre due ancor più veloci.

Non correre mi raccomando, non servirebbe a nulla se non a sbagliare l’esercizio e demotivarti un po’, anche se sei un esperto!

Parti con le braccia rilassate lungo i fianchi, i piedi   allineati uno dietro l’altro con il sinistro avanti, tieni il peso più possibile centrale (ricordi l’esercizio 1.4 sulla consapevolezza?)

E ora:

  1. Guarda avanti, testa e spalle dritte, e con la mano sinistra immagina di scacciare una zanzara davanti a te, istintivamente.
  2. La zanzara (immaginaria) si è allontanata ma è sempre di fronte a te, prova ad allungarti leggermente e cerca di afferrarla, con la mano destra. Evita di sbilanciarti e fare passi in avanti.
  3. Non sei ancora riuscito a prendere la zanzara che nel frattempo si è infuriata e ti sta girando attorno, si dirige dietro il tuo collo per pungere… ruota il corpo verso destra e scaccia la zanzara col dorso della mano destra. Attenzione a non sbilanciarti e cerca di non spostare le gambe.
  4. La zanzara è ora davanti a te, ancor più infastidita (non infastidirti tu, ricorda che stai solo immaginando) e con la mano sinistra ora riesci ad afferrarla, allungando il braccio davanti al tuo naso e chiudendola nel tuo pugno sinistro.Parti sempre con la gamba sinistra avanti, il braccio sinistro che devia e la mano destra che cerca di afferrare per prima. Buona coordinazione!
  5. Eseguilo almeno quattro volte, lentamente, come ti ho indicato qualche riga fa, poi prova a ripeterlo altre 4 volte aumentando gradualmente velocità.
The following two tabs change content below.
avatar

Stefano

Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente (poi chiusa nel 2018). Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Budo academy (ON-LINE) Tags: , ,
Ritorna alla pagina precedente