arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Un’esperienza sul Prana, ki o ch’i (parte prima)

Riporto fedelmente la sintesi ricevuta da un amico a seguito di una forte esperienza a contatto col Prana, ch’i o ki.

“C’era qualcosa di famigliare con questo “prana” perche il termine Prana è sinonimo di Ch’i, Ki, energia vitale, sono tutti termini che descrivono la stessa cosa ; da praticante di arti marziali mi incuriosiva il fatto di potersi nutrire di “ch’i” oltre che poterlo utilizzare nella pratica… anche perche il poterlo utilizzare consapevolmente con efficacia e controllo non mi risulta semplice al momento della pratica.


Dopo questa premessa ho deciso di partecipare al processo dei 21 giorni. Avevo disponibilità di ferie lavorative, avevo voglia di provare questa nuova esperienza che mi incuriosiva parecchio, avrei provato in prima persona il processo dei 21 giorni provandolo su di me, senza farmi idee su opinioni di estranei ma soltanto su me stesso. Il gruppo era composto da 21 persone aspiranti pranici, da un accompagnatore e due collaboratrici.

Si tratta a livello pratico di trascorrere 21 giorni senza assumere cibo solido né liquido che contenga calorie. Si deve bere solamente acqua naturale o anche gassata e dopo qualche giorno, per sentire qualche sapore si possono bere anche infusi leggeri di tisane non zuccherate.

Di prassi ci ritrovavamo tre volte al giorno mattina – pranzo – cena ma senza l’obbligo di partecipare , ognuno era libero di fare quel che si sentiva in quel momento. Al mattino ci attivavamo con yoga, ch’i kung, stretching, rito dei 5 tibetani. A mezzogiorno e a cena iniziavamo meditando in cerchio per 10-21 minuti e poi condividevamo tra di noi le condizioni fisiche , emotive e mentali oppure per raccontare delle cose accadute durante il giorno e anche per raccontare sogni.

Questi momenti erano guidati dall’accompagnatore e dalle sue collaboratrici, l’atmosfera era molto schietta e sincera, c’era rispetto tra tutti noi e la condivisione era molto utile per aprirsi agli altri, mostrare lati nascosti di ognuno nel bene e nel male. Il gruppo cresceva in amicizia, solidarietà, empatia e si affiatava col passare dei giorni…

I partecipanti eran di ogni età, estrazione sociale, cultura e ognuno di noi veniva da esperienze di vita diverse; nonostante ciò l’informazione che si può nutrire e sostenerci di sola energia vitale senza dipendere dal cibo materiale ci aveva portati qui.

Durante la prima settimana circa o anche più a seconda delle persone si entra nella “detox fisica” il corpo senza cibo solido inizia a disintossicarsi e si ha mal di testa, tachicardia, respirazione affannosa, dolori, mancanza di energia, pressione bassa, fino allo svenimento in certi casi. Il corpo impiega molte energie in questa fase per eliminare tossine accumulate in decenni di abusi alimentari, stili di vita inadeguati, e infortuni fisici passati o anche cronici.”

[to be continued…]

The following two tabs change content below.
avatar
Amici o semplici conoscenti, praticanti o umili insegnanti di arti marziali, che vogliono collaborare con BudoBlog. Il gratuito contribuito che offrono è frutto del desiderio di contribuire alla crescita di questo blog, e senza il loro prezioso aiuto nel web molto probabilmente la "via della pace" non sarebbe la stessa... Quindi GRAZIE di cuore!!
avatar

Ultimi post di Budo Friends (vedi tutti)

Categorie: KI: energia vitale Tags: , , , ,
Ritorna alla pagina precedente