arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

E’ Judo… quando? (post 4)

E’ Judo, quando riuscite a trarre “ordine” dal “caos.

Questo è l’ultimo punto di I shin den shin che ho scritto per fare leggere ai miei allievi alla fine di ogni lezione.

Una delle componenti della Didattica del Judo si chiama “Mondo” – domande e risposte fra Maestro e allievi – purtroppo le nostre lezioni sono staccate una dall’altra dallo spazio del saluto e questo aspetto dell’insegnamento non è quasi mai utilizzato.

Per questa ragione ho pensato di scrivere I shin den shin (dal mio spirito al tuo spirito) dei pensieri che sintetizzassero gli aspetti più importanti del Judo Kodokan e farli ripetere in ogni lezione.

L’ultimo pensiero rammenta che il Judo è ben praticato se aiuta a trarre ordine dal caos. L’ordine non si ottiene a parole ma attraverso l’allenamento di Kata e Randori che interagiscono all’interno della lezione.

L’ordine interiore a cui mi riferisco deve nascere e crescere piano piano nel caos ma va ricercato costantemente e con molta attenzione durante la pratica o insegnando. E’ una battaglia molto difficile a cui bisogna dedicare tutte le nostre energie perché il caos è all’origine di tutte le cose; è il padrone di casa dentro e fuori di noi.

L’intero Universo si è sviluppato e continua a farlo, alternando l’ordine al caos con tempi sempre più lunghi di ordine, così il nostro pianeta, così la natura e gli esseri viventi.

L’essere umano per una serie di coincidenze fortunate ha avuto in dono più capacità di tutti gli altri esseri viventi  per capire come interagire tra ordine e caos e ciò lo ha messo nella condizione di poter  comprendere, se lo vuole, quello che lo circonda cominciando da se stesso e i suoi simili.

Provate a sentire il caos di un principiante quando pensa di essere in pericolo in un esercizio, nella pratica del randori o nella ricerca della coordinazione dei movimenti di un kata. Percepite il vostro ordine interiore perché più esperti e confrontate gli stati d’animo con il principiante.

Ma se al cambio successivo si invertono i rapporti di esperienza, si invertono anche l’ordine e il caos. Ed è qui che la ricerca del mantenere ordine dentro di voi deve continuare. Se ricerchiamo l’ordine costantemente gradualmente cresce, saremo spiritualmente più forti e in grado di aiutare il nostro prossimo nel momento del bisogno.

Tutto ciò però va ricercato, percepito e messo a disposizione degli altri. I principianti devono sentire che nella pratica hanno di fronte una persona diversa interiormente e non uno che li sta pestando perché più forte fisicamente o tecnicamente, devono alimentarsi dell’ordine che percepiscono di chi hanno di fronte.

Alfredo Vismara – Hanshi Dai Nippon Butokukai

The following two tabs change content below.
avatar
Amici o semplici conoscenti, praticanti o umili insegnanti di arti marziali, che vogliono collaborare con BudoBlog. Il gratuito contribuito che offrono è frutto del desiderio di contribuire alla crescita di questo blog, e senza il loro prezioso aiuto nel web molto probabilmente la "via della pace" non sarebbe la stessa... Quindi GRAZIE di cuore!!
avatar

Ultimi post di Budo Friends (vedi tutti)

Categorie: Judo Tags: , , ,
Ritorna alla pagina precedente