arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

KI: energia vitale

– benefici e significato della forza interiore
– esperienze con l’energia vitale
– come migliorare la consapevolezza del Ki
– confronti tra “ki” e “ch’i” delle arti cinesi

Arti marziali: stagione partita alla grande!!

Parte la nuova stagione di arti marziali alla grande con l’invito in Italia di Sensei Eckhardt Hemkemeier 5th Dan e responsabile Europeo Tendoryu Aikido, stile fondato da Sensei Kenji Shimizu 8th Dan e allievo diretto di O Sensei Ueshiba.

Il seminario si è svolto nella splendida località di Sarnico (BG) sul lago d’ Iseo e come sempre il maestro ha lasciato il segno, ogni volta è una sorpresa, e quando se ne va capisci che che ti ha lasciasto spunti sui quali c’è sempre molto da lavorare soprattutto sulle cose semplici, le basi, su ciò che sembrerebbe scontato ma che in effetti non lo è:

lavorate piano e sentite la tecnical’Aikido è facile a volte siamo noi difficiliContinua la lettura

Giappone nel chiostro: AAB sta arrivando!

giappone-chiostro-2016

Per la 10ª edizione di “Giappone nel Chiostro” seguitissima kermesse sulle arti e tradizioni nipponiche organizzata  a Brescia, l’accademia arti marziali sarà presente!!

Nel pomeriggio di sabato 2 aprile abbiamo infatti deciso di inserire un seminario/workshop all’aperto e aperto a tutti i praticanti dei dojo aderenti… GRATUITO anche per amici di altre discipline e scuole, così come semplici curiosi o appassionati di arti marziali.

Continua la lettura

I miei (bellissimi) ricordi nello Judo tradizionale (parte 3ª)

Ed ecco la terza e (per ora) ultima parte di “ricordi” sullo Judo tradizionale dell’amico budoka e fotografo Mario Madei.

Buona lettura e… riflessione sul tema che rimbalzerò sempre più spesso sulle pagine di BudoBlog:

“Meglio lo Judo sportivo o lo Judo tradizionale?”

Continua la lettura

Il flusso del Ki

Immagino il mio Ki risiedere e scaturire dal ventre (koshi), allora tutte le mie azioni, e reazioni,  mi sembrano più facili da capire, la realtà più alla portata dei miei sensi. Può essere riduttivo, ma dare al Ki una forma tangibile mi aiuta a capire meglio lo spazio che occupo nella vita di tutti i giorni. Il koshi è la zona del mio corpo a cui dò più importanza e che controllo spesso durante la giornata: verifico che sia rilassata ma mai fiacca, distesa ma pronta a seguirmi sollecita nei pensieri, nelle situazioni, negli spostamenti.

Continua la lettura

A chi serve… il ki ?!? (parte seconda)

Dopo il post di qualche giorno fa eccomi giunto a una prima conclusione, per rispondere alla domanda del titolo:

a chi serve il ki ?

A tutti? A nessuno? Io non credo che tutti sappiano esattamente cosa vogliono e cosa non vogliono fare delle propria vita, so solamente che se sei qui un motivo ci sarà… quindi t’invito a continuare la lettura di questa seconda parte.

Continua la lettura