arti-marziali-giapponesi aikido iaido budo bushido

Parabola del Buddha per meditare sul qui e ora

Buddha in un sutra raccontò una parabola:

Un uomo che stava attraversando un campo incontrò una tigre. Cominciò a scappare, con la belva alle costole. Giunto a un precipizio, afferrò la radice di un rampicante selvatico e si lanciò giù, oltre il ciglio. La tigre lo fiutava dall’alto. Tremando, l’uomo guardò giù, dove molto più in basso, un’altra tigre l’aspettava per divorarlo. Solo il rampicante lo sosteneva. Due topi, uno bianco e uno nero, poco a poco cominciarono a rosicchiare il rampicante…

L’uomo vide una succulenta fragola vicino a sé. Tenendo il rampicante con una mano, colse la fragola con l’altra. Com’era dolce!

 [tratto da “105 storie zen” a cura di Nyogen Senzaki e Paul Reps, edizioni il punto d’incontro]

Bella questa parabola, vero? E tu, ti saresti accorto del momento presente (e quindi visto la fragola per poi gustartela), avresti già proiettato la tua mente al futuro (morte certa) o avresti fatto un salto nel passato (la classica vita che ti  scorre davanti)? Difficile a dirsi e soprattutto a farsi ma l’essenza dello zen è proprio nel principio del “qui e ora”. Vivere il presente, l’attimo, godere appieno di ogni momento senza pre-occuparsi troppo del futuro (nel caso della parabola: alla morte certa) o rimuginare sul passato…

Lo zen è una filosofia di vita nata in Oriente e originaria dell’India (col leggendario monaco Bodhidharma), diffusasi poi in Cina (col filone del buddhismo chàn) e infine giunta in Giappone in cui si è suddivisa in vari lignaggi che hanno profondamente influenzato la cultura nipponica. Cultura giunta in Occidente nel secolo scorso e che ha preso sempre più piede negli ultimi anni. Personalmente ne sono sempre rimasto affascinato, da almeno un dozzina d’anni: dalla classica forma di meditazione in zazen all’etichetta dei cerimoniali, dai koan (=affermazioni paradossali o frasi usate nei racconti per facilitare la meditazione) alle parabole del Buddha. Parabole che, come quella sopra citata, aiutano a trovare nella nostra vita barlumi di saggezza senza sconfinare nel fanatismo e difficilmente lasciano indifferenti i nostri pensieri: ogni piccolo insegnamento nasconde grandi verità, basta esserne consapevoli…

The following two tabs change content below.
avatar

Stefano

Nato e residente a Leno (BS) studio e pratico arti marziali dal 1994. Ho iniziato col Karate ma dopo aver insegnato per alcuni anni e ottenuto la cintura nera 3° dan ho dovuto abbandonare a causa di problemi fisici e non solo... Ho intrapreso la pratica dell'Aikido nel 2003 per stare meglio con il corpo e dopo aver superato l'esame di 2° dan ho avviato l'insegnamento nella Bushidokai ShinGiTai, associazione che ho fondato nel 2009 in qualità di Presidente (poi chiusa nel 2018). Ho insegnato Aikido Tendoryu fino al Dicembre 2017... poi ho iniziato Brazilian Jiu Jutsu, altra bellissima disciplina! Dopo aver ricevuto il 1° livello Reiki nel 2005 ho praticato Tai Chi, Iaido e meditazione (il non-metodo di Krishnamurti è il mio preferito), applicando con successo l'energia vitale in qualsiasi attività lavorativa e relazionale (sono felicemente sposato e padre di due splendide bambine). Ho scritto i libri "105 modi per conoscere l'Oriente" e "Budo Training - vol.1", oltre a una trilogia di ebook sul benessere con Bruno editore. Ho gestito BudoBlog da Aprile 2012 a Gennaio 2018.
Categorie: Meditare Tags:
Ritorna alla pagina precedente